Yoga Prenatale

Blog

Yoga Prenatale Roma Cassia
Durante la gravidanza, ogni donna si trova a contatto con trasformazioni fisiche e mentali sino al momento del parto. I cambiamenti arrivano immediatamente con uno stravolgimento ormonale ,con i quali il corpo ci avverte che è venuto il momento di prenderci cura di noi e del nostro futuro bambino.
Lo yoga ci aiuta non solo a prenderci cura del nostro corpo ,ma anche delle nostre emozioni cristallizzate,dei blocchi emotivi,tramite il respiro e la meditazione
Lo Yoga prenatale predispone le future mamme ad una gravidanza consapevole,ponendo l’accento su una percezione diversa del corpo tramite l’ascolto, portando la mamma in un contatto prezioso con il suo bambino e con se stessa, gestire i cambiamenti in maniera serena e positiva, avrà un’ effetto positivo, sul nostro buonumore e sulla serenità del nostro futuro bambino.
E’ consigliato iniziare con una pratica di yoga prenatale dal secondo trimestre per consentire al feto di radicarsi.
La differenza da una pratica yoga classica,si nota a partire dal ritmo,che sicuramente rallenta.
Andiamo a contrastare per esempio la lassità che si viene a creare nella muscolatura liscia per via del progesterone, nel momento del parto questo effetto dell’ormone ci sarà utile ,ma ora prima di tutto dobbiamo preparare il corpo per sostenere il peso del bambino. Quindi andiamo a tonificare gli arti inferiori,nella muscolatura,e a lavorare sulla stabilità,cambiando il punto del baricentro ,deve riallinearsi la postura per riuscire a scaricare tramite le gambe e i piedi verso terra.
In questo modo avremo una buona circolazione del sangue e degli altri fluidi,lasciando risvegliare e circolare l’energia più liberamente.
Terremo d’occhio la circolazione per prevenire un sopraggiungere di vene varicose,edemi,affaticamento sulle gambe.
Una particolare attenzione sarà data alla mobilità della colonna e alla distanza tra le vertebre,per contrastare l’effetto della gravità.
Apertura della parte superiore del tronco,per favorire una respirazione completa.
Le Asana subiscono delle variazioni, delle riduzioni, man mano che si va avanti con la gravidanza, ci si avvale per questo dell’uso di props.(cuscini /coperte/mattoncini) che ci permettono di adattare le pose ,personalizzandole su ogni gestante.
Trasformando un momento che potrebbe essere di affaticamento e di disagio in un momento di forza creativa.
Lo yoga può essere d’aiuto per una preparazione al parto con posizioni che portano alla dilatazione e al rilassamento della muscolatura pelvica.
Con una gestione del dolore tramite il pranayama.

Yoga Prenatale Roma Cassia

Lo yoga in gravidanza si basa principalmente su tre tipologie di tecniche:esercizi fisici
le posizioni (Asanas), statiche o dinamiche, devono essere assunte senza sforzo e senza mai oltrepassare i propri limiti fisici o forzare il movimento;
la respirazione (Pranayama) consiste di tecniche volte all’acquisizione del corretto meccanismo di inspirazione-espirazione.
il rilassamento utile a migliorare la concentrazione e ad allontanare tensioni e ansie portando il corpo al completo abbandono e la mente ad un elevato stato di coscienza.
A livello fisico, la pratica dello Yoga tende a favorire il benessere di ogni singola parte del corpo agendo in maniera dolce su muscoli, sistema scheletrico, articolazioni, apparati, organi interni ed intervenendo nel ripristinare il giusto equilibrio tra di essi e mantenere e/o migliorare lo stato di salute.
A livello mentale, lo Yoga agisce aumentando la concentrazione, rendendo consapevole l’azione, favorendo la stabilità emotiva e l’intuizione, allontanando lo stress e aumentando l’energia positiva

Yoga Prenatale Roma Cassia

Commenti
Back To Top